Regulation

L’Australia prevede di implementare la mappatura dei token tra gli sforzi intensificati per regolamentare l’industria delle criptovalute

Il governo australiano ha annunciato l’intenzione di mappare i token di tutte le risorse digitali nel suo settore delle criptovalute mentre intensifica gli sforzi per proteggere i consumatori da condizioni di mercato non regolamentate.

L’ufficio delle imposte australiano stima che più di un milione di persone abbia interagito con le criptovalute nella regione dal 2018. Di conseguenza, il governo sta cercando di migliorare il sistema normativo in modo da offrire maggiore protezione a clienti e investitori.

Il tesoriere Jim Chalmer, che sta guidando il regolamento, ha dichiarato:

“Con la proliferazione sempre più diffusa di risorse crittografiche, dobbiamo assicurarci che i clienti che interagiscono con le criptovalute siano adeguatamente informati e protetti”.

Mappatura dei token di tutte le risorse crittografiche

I regolatori del processo di mappatura dei token classificheranno i token in base ai loro tipi di asset, al codice sottostante e ad altre caratteristiche tecnologiche di definizione.

Con classi di attività chiaramente definite, il governo può regolamentare il settore in base alle leggi esistenti ed emanare nuove leggi laddove una particolare classe di attività richieda una legislazione specializzata.

Jim Chalmer ha anche osservato che il processo consentirà al governo di lavorare sui quadri di licenza, prendere in considerazione gli obblighi di custodia per gli scambi e fornire ulteriori garanzie per i consumatori.

Il governo sta cercando di guadagnare tempo?

Avvocato australiano Aaron Lane ha sostenuto che l’esercizio di “mappatura dei token” è una strategia del governo per guadagnare tempo. Sostiene che i consumatori nella regione hanno bisogno di protezioni normative urgenti poiché i cattivi attori stanno sfruttando l’ambiente instabile per sfruttare i consumatori.

Regolamento sulle criptovalute nel mercato australiano

I crescenti casi di crollo degli scambi di criptovalute e attacchi di truffa hanno portato il gruppo australiano di difesa dei consumatori (Choice) a chiedere al governo di accelerare il suo processo di regolamentazione delle criptovalute.

Il governo attraverso Autorità di regolamentazione prudenziale australiana (APRA) ha dettagliato il suo piano per regolamentare completamente il mercato delle criptovalute entro il 2025. Prevede di continuare la consultazione e la stesura di framework fino al 2023, per poi introdurre standard normativi chiari nel 2024 e nel 2025.

Il governatore della Banca centrale australiana, Philip Lowe, ha tuttavia affermato che se le criptovalute fossero adeguatamente regolamentate, potrebbero essere migliori delle valute digitali delle banche centrali (CBDC). Lowe ha dichiarato:

“Tendo a pensare che la soluzione privata sarà migliore, se riusciamo a ottenere gli accordi normativi corretti”.

Inserito in: Australia, Regolamento

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button