Altcoins

Le sconvolgenti prestazioni post-unione di ETH potrebbero avere molto a che fare con questo unico fattore

Ethereum [ETH], la più grande altcoin ha assistito a un grave rifiuto vicino alla soglia di $ 1.420 a partire dal 22 settembre. L’ETH è sceso di oltre il 20% in una settimana nonostante il clamore di Merge. Rimaneva inoltre il rischio di un calo al di sotto del supporto di $ 1.220. Varie narrazioni come “vendi le notizie” hanno iniziato a emergere subito dopo che l’unione è andata in onda.

Inutile dire che il token è stato accolto con una pressione di vendita amplificata in tutte le coorti, ma soprattutto dai venditori al dettaglio.

Giorni bui davanti

La maggior parte della pressione di vendita di Ethereum è stata fornita dai venditori al dettaglio. L’ultimo tweet di Santiment ha fatto luce su questo triste scenario in un tweet del 22 settembre. In questo contesto, gli ex acquirenti dominanti di ETH avevano sostanzialmente ridotto la loro offerta detenuta dall’evento Merge.

Fonte: Santimento

Il Ethereum Merge (il 15 settembre) portato a turno nel comportamento degli indirizzi di grandi dimensioni. Il tweet affermava anche

“Negli ultimi 6 giorni dal passaggio a prova di partecipazioneindirizzi da 1k a 10k $ETH hanno perso il 2,24% delle loro partecipazioni cumulative. Da 100 a 1.000 indirizzi sono diminuiti dell’1,41%.

Una cosa è certa qui. L’accumulo prima della fusione era per lo più speculativo. Inoltre, gli investitori non miravano a detenere l’asset dopo l’aggiornamento, come evidente nel grafico precedente.

I titolari che si sono sbarazzati delle loro partecipazioni, è stata una sorpresa? Beh, non proprio. Circa il 50% dei titolari subìto enormi perdite. Il rapporto Market Value Realized Value (MVRV) per Ethereum è sceso a -13,6% poiché la redditività è diminuita notevolmente nell’ultima settimana.

Non solo questo, anche i minatori hanno navigato sullo stesso carrozzone. Nel complesso, i minatori di Ethereum hanno scaricato fino a 30.000 partecipazioni in ETH a causa del movimento dei prezzi e dell’effetto aggiornato.

Fonte: Twitter

In effetti, un chiaro riflesso dello stato di sgretolamento del sentimento dei trader su Ethereum in questo momento con molti che cercano di ridurre la loro esposizione agli ETH.

Qualche via d’uscita?

Certo, c’è sempre una via d’uscita. Ma cosa succederebbe se i trader/investitori mantenessero la pazienza?

Secondo i dati di ultrasuoni.soldi, la fornitura in circolazione di ETH ha raggiunto il massimo a 120.521.139,31 ETH quando la fusione è stata spedita. Da allora, è diminuito di circa 170 ETH, il che significa che l’ETH è attualmente deflazionistico.

Poiché l’offerta è diminuita, l’ETH (se e quando) ha mostrato un’elevata domanda potrebbe portare a un aumento dei prezzi. Ma ancora una volta, la cautela deve essere mantenuta in ogni momento.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button